Vai al contenuto

Febbraio 2013 – Progetto Maloka: relazione della seconda fase

15/02/2013

Sono riprese le attività progettuali. In primo luogo, abbiamo saldato le spese di trasporto sostenute nelle scorse settimane e abbiamo provveduto ad acquistare un motore nautico “Peque Peque” da 13 CV in modo da poter sostenere autonomamente la mobilità nei mesi a venire.

 

Stato di avanzamento lavori

Il gruppo di lavoro ha trasportato in loco tutta l’attrezzatura  necessaria, avvalendosi di una struttura galleggiante coperta costruita in legno e foglie di palma e aprendosi successivamente il cammino nella selva sino al luogo dei lavori.

 

Le attività svolte

1. Giardino botanico

E’ in atto la preparazione del terreno (pulizia e appianamento del terreno, estrazione degli alberi e delle relative radici, bruciatura dei materiali estratti e passaggio di rastrello su tutta la superficie).

Nel corso dell’effettuazione di tali operazioni si è tenuto conto delle specie da preservare, quali l’ayahuasca e il sacha ajos, che sono piante avvolgenti e che pertanto verranno seminate alla base di ciascun albero-

Un’altra pianta meritevole di protezione è il sanango, un arbusto cespuglioso che raggiunge un’altezza di oltre un metro e mezzo; per la coltura di tale pianta è stato dedicato uno spazio di circa mezzo ettaro; le piante verranno seminate a una distanza di cinque metri l’una dall’altra.

Inoltre, lungo i confini dell’appezzamento, verrà costituita una piantagione a filare di sangre de grado, arbusto di oltre cinque metri di altezza, mediante la semina a venti metri di distanza l’uno dall’altro.

 

2. Allevamento ittico

E’ iniziato l’adeguamento di due vasche (una delle quali è raffigurata nella fotografia qui sotto) per l’allevamento di pesci e altre specie ittiche, e dei canali idrici di alimentazione.

 

3. Delimitazione dei confini

E’ stata realizzata la definizione dei confini dell’area. Questi sono i territori confinanti: nella parte anteriore, terreni della comunità contadina locale; a destra: terreni del Caserío Porvenir; a sinistra, terreni della comunità contadina locale; nella parte posteriore, terreni del Caserío Santa Rosa.

 

4. Posa dei pali e costruzione della struttura della Maloka

E’ iniziata la costruzione della Maloka utilizzando legname locale tagliato nei vari formati da utilizzare: le travi portanti, le assi di sostegno del tetto i pali di completamento della struttura principale.

 

Programma della terza fase

Questi sono gli obiettivi che intendiamo portare a termine nella terza fase:

  • terminare la costruzione della Maloka
  • livellare il terreno e ottimizzare i canali di comunicazione delle vasche ittiche;
  • seminare il giardino botanico.

 

Grazie per l’attenzione e il sostegno che ci offrite.

María Margarita Dávila Kerry

 

 

 

 

No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...